Cosa sono i coccodrilli in gergo giornalistico?

«O devil, devil! If that the earth could teem with woman's tears, Each drop she falls would prove a crocodile.»/« Demonio, sì, demonio! Se la terra potesse partorire fecondata da lacrime di femmina, ogni goccia sarebbe un coccodrillo!» Otello, atto quarto, scena prima - William Shakespeare

Il mito da cui deriva il modo di dire "piangere lacrime di coccodrillo”, di uso comune non solo in italiano ma anche in altre lingue del mondo, pare sia riferito al comportamento animale dei coccodrilli che verserebbero lacrime di pentimento dopo aver ucciso le loro prede o dopo averle divorate. 

In particolare a piangere sarebbe la femmina di coccodrillo appena dopo aver divorato i propri piccoli, anche se in realtà l'unico comportamento in natura assimilabile a questa interpretazione è tutt'altro che aggressivo poichè corrisponde all'azione di trasportarli in acqua mettendoli in bocca,al sicuro dai predatori, operazione durante la quale la lacrimazione aumenta d'intensità.

Origine a parte, il detto "piangere lacrime di coccodrillo” indica chi finge di provare dispiacere quando in realtà è disinteressato, o addirittura compiaciuto, rispetto al fatto causante dolore. E probabilmente è proprio legato a questo significato il termine giornalistico “coccodrillo” con cui si indica una sorta di necrologio.

Si tratta di servizi televisivi, radiofonici o giornalistici che riassumono la vita di personaggi noti, scritti - spesso in anticipo - per essere pubblicati non appena giunge la notizia della loro morte.

L’articolo sarebbe impossibile da realizzare in tempo reale, visti i ritmi serratissimi del mondo dell’informazione e la necessità di fare ricerche in archivio per arricchirlo di dettagli e citazioni. 

La paura di farsi sfuggire la notizia ha portato la creazione di veri e propri archivi di “coccodrilli” (che necessitano un aggiornamento periodico) e ha causato anche qualche pubblicazione errata: sono numerosi i casi in cui dei “coccodrilli” sono stati resi pubblici sebbene il personaggio fosse ancora in vita, esiste addirittura una pagina dedicata a questi errori su Wikipedia https://goo.gl/4il0cJ!

Tag

Chiudi il banner dei cookies

Cliccando su OK accetti le cookies policies. Navigando in qualsiasi parte del sito dichiari di accettare l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui