Come scrivere frasi di condoglianza

Definizione di condoglianza

con-do-gliàn-za: “Partecipazione al dolore di una persona per un lutto che l'ha colpita”

Derivazione da condolersi, dal latino condolere (soffrire insieme - composto da con e dolere).

“Le condoglianze sono solo quasi esclusivamente la partecipazione al dolore di qualcuno colpito da un lutto, e l'espressione con cui si comunica questa partecipazione.”, continua la definizione accurata sul sito http://unaparolaalgiorno.it/significato/C/condoglianza, specificando che si tratta di frasi di circostanza che esprimono vicinanza e partecipazione come forma di rispetto, ricorrendo normalmente a formule standard.

La verità è che, qualsiasi grado di confidenza si abbia col defunto o la sua famiglia, la formulazione del biglietto o la telefonata di condoglianze sono da sempre le comunicazioni più difficili da affrontare.

Ed è comprensibile. Il dramma della morte è un avvenimento intimo, misterioso, difficile da digerire, e impossibile da risolvere con una scritto di due righe. In questi momenti è necessario però concentrarsi sull’importanza del conforto, un sentimento che può nascere e dare forza anche da semplici parole espresse con affetto e sincerità.

Se non si conosce bene la persona defunta

Se non si conosce bene la persona defunta si può inviare alla famiglia un telegramma o un biglietto, ricordando per quest'ultimo che la tradizione vuole sia scritto sempre a mano.

Le frasi di circostanza con messaggi formali più indicate in questo caso possono essere le seguenti, o avere i seguenti incipit:

“Sentite condoglianze. Famiglia …….. .”

“Partecipo commosso al vostro lutto. Nome e Cognome.”

“Vicini nel dolore porgiamo sentite condoglianze. Famiglia …….. .”

“Vi siamo molto vicini in questo triste momento. Famiglia …….. .”

“Le più sentite condoglianze per la morte del Vostro caro,….. Famiglia …….. .”

“Partecipiamo al Vostro dolore per l'improvvisa scomparsa dell’amato …..,….. Famiglia …….. .”

“Profondamente addolorato partecipo al lutto per l'immatura scomparsa di …..,….. Nome e Cognome.”

“La grande tragedia che ha colpito la Vostra famiglia reca moltissimo dolore a tutti noi. Vi porgiamo le nostre più sincere condoglianze. Famiglia …….. .”

“Sinceramente addolorati per questa triste e spiacevole circostanza, Vi porgiamo le nostre più sentite condoglianze e Vi offriamo tutto il nostro sostegno. Famiglia …….. .”

“In questi momenti le parole non servono ad alleviare il dolore. Vogliate accettare le nostre più sentite condoglianze per la vostra grande perdita. Famiglia …….. .”

Se il legame è più stretto

Se il legame è più stretto, l’empatia del messaggio sarà senz’altro più spontanea, trasmettendo calore, amicizia e sostegno nel dolore. E se la confidenza è alta, allora si potrà ricorrere alla telefonata o alla visita, ma soltanto se siete certi che siano gradite.

In questo caso è consigliato evitare frasi di circostanza come le seguenti: 

"Forse è stato meglio così, perché soffriva tanto..." 

"Che cosa vuoi farci, era talmente vecchia…" 

"Il signore ha voluto premiarlo chiamandolo a sé…" 

“E’ in un posto migliore…”

“So come ti senti…”

“Sei così forte…”

Piuttosto conviene usare frasi come:

“Non riesco a immaginare che cosa stai attraversando…”

“Mi dispiace molto per la tua perdita…”

“Non c’è bisogno di essere coraggiosi in questo momento…”

Possono sembrare meno empatiche, ma rispecchiano la realtà: suggeriscono alla persona di lasciarsi andare, dandole il permesso di sentirsi triste, spaventata e bisognosa di sostegno. Inoltre, la aiutano a percepire la perdita a livello inconscio, permettendole con delicatezza di raggiungere la consapevolezza dell’accaduto.

La certezza, in queste situazioni, è che un affettuoso e discreto silenzio risulta spesso più prezioso di mille parole.

Tag

Chiudi il banner dei cookies

Cliccando su OK accetti le cookies policies. Navigando in qualsiasi parte del sito dichiari di accettare l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui